Una stagione da dimenticare al più presto

Pubblicato da il 24 aprile 2012 08:51
Più informazioni su: , ,

Condividi questo articolo

Commenta
Ricky Alvarez

Prima ancora che finisca la stagione, e prescindendo dalla classifica finale, si può già stabilire una sentenza: la stagione dell’Inter, è stata del tutto fallimentare e lo rimarrà anche se per miracolo e per una serie di coincidenze incredibili e fortuite dovesse

L’articolo prosegue dopo il video

arrivare il terzo posto, con la qualificazione ai preliminari di Champions League. Il fallimento di tutti gli obiettivi, i tre allenatori che si sono succeduti sulla panchina nerazzurra e la situazione in cui esce la rosa dopo una stagione di sofferenze, indicano chiaramente l’impossibilità di salvare qualcosa. A livello di gioco non si è visto nulla, per quanto concerne i trofei, dopo anni di trionfi non ne è arrivato uno in bacheca e, soprattutto, il decadimento accelerato della qualità della rosa non è stato attenuato da nessuna scoperta  ed anzi, lascia molti dubbi anche sui pochi giovani che avrebbero potuto approfittare della situazione per proporsi in qualità di possibile alternativa per il futuro. Se infatti è stato totale il fallimento di Mauro Zarate, presuntuosa stellina che probabilmente non si è ancora resa conto che le occasioni per raddrizzare una carriera in evidente declino stanno ormai per finire, anche per quanto concerne Ricky Alvarez, Obi, Faraoni e Poli, il piatto piange paurosamente. Quasi tutti hanno fatto vedere cose discrete in alcune gare, alternandole però con prestazioni totalmente anonime che lasciano più di un dubbio sulla loro reale caratura, soprattutto a livello di personalità. Che è poi l’aspetto forse più importante in una società come l’Inter, se ci si vuole affermare, senza dover attendere la cooptazione. Insomma, anche per loro, nel classico dilemma del bicchiere, ne rimane mezzo da riempire.

Guarda anche questi siti

Sponsored links, powered by Yahoo!

Rispondi